Hai dimenticato la tua password?

*

Intelligenza umana vs intelligenza artificiale

Qualcuno pensava che la prima legge di Moore che afferma che “la complessità di un microcircuito, misurata ad esempio tramite il numero di transistori per chip, raddoppia ogni 18 mesi” prima o poi dovesse essere smentita dai fatti. E invece no: la capacità computazionale di dispositivi, sistemi informatici e mezzi di trasmissione dei dati continua ad aumentare a dismisura. Presupposto a quella che viene definita intelligenza artificiale (AI) e che, di conserto, sta compiendo passi da gigante con applicazioni in tantissimi campi, dalle automobile senza conducente, alla diagnostica ed alla ricerca in campo medico.

Con Solepower, le scarpe ricaricano il cellulare camminando

Sono state presentate negli Stati Uniti le SolePower, scarpe speciali che producono energia quando si cammina. Ad averle messe a punto sono stati i ricercatori dell’Università Carnegie Mellon di Pittsburgh, che hanno realizzato delle particolari solette in grado di ricaricare un cellulare mentre si passeggia, utilizzando l’energia cinetica.

Le solette, che possono essere inserite in qualsiasi tipologia di calzatura, possiedono un sistema meccanico capace di convertire il movimento lineare, generato quando si cammina, in un moto rotatorio che aziona un micro generatore, che produce energia che viene poi immagazzinata in una batteria impermeabile posizionata all’esterno della scarpa.

Brain Hearing Oticon

     Quando l'ipoacusia uditiva aumenta in un qualsiasi soggetto ma in modo direttamente proporzionale all'età; quindi quando la situazione audiometrica si trova sotto uno stato di soglia di normalità (parliamo di 30-35 dB) si incorre nella Deprivazione Acustica.  Con questo termine tecnico si intende dire che gli stimoli sonori che elettricamente arrivano al cervello, sono insufficienti ad attivare, stimolare tutta quella massa cerebrale uditiva costituita da milioni di neuroni.

Mano robotica italiana finalista dell’Innovation by Design di New York

Exploit della mano robotica italiana messa a punto nella Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, che è stata nominata tra i progetti finalisti del concorso internazionale Innovation by Design.

Sono circa 1.600 i progetti in gara, i cui vincitori saranno annunciati il 15 ottobre a New York, al Metropolitan Pavilion, ed esposti già dal 14 ottobre in diversi quartieri della città.  Il concorso ha l’obiettivo di fungere da punto di raccordo per far cooperare il mondo dell’industria e del design nella ricerca delle idee più innovative nei settori dell’architettura, delle nuove tecnologie e della salute.


Possiamo fidarci dei Robot?

HitchBot, il robot avventuriero che fa l’autostop da una costa all’altra del Canada, è arrivato a Victoria, sul Pacifico. Il viaggio del robot, che ha già compiuto ad oggi 6mila chilometri, è nato dall’idea di alcuni ricercatori canadesi, che avevano intenzione di realizzare sostanzialmente un esperimento sociale, basato sulla fiducia che gli umani possono nutrire nei confronti dei robot. HitchBot è alto quanto un bambino di cinque o sei anni, ha un GPS ed una fotocamera ed è connesso ad internet tramite la rete 3G. Il piccolo robot è partito il 27 luglio scorso da Halifax, per poi attraversare sempre e solo rigorosamente in autostop il Canada coast to coast, e la Nuova Scozia fino a Victoria, nella British Columbia.

Cannoni laser anti-droni per i Marines

Un contratto da 11 milioni di dollari è stato siglato dalla US Navy con la Raytheon per lo sviluppo di GBAD (Ground Based Air Defense), un veicolo Humvee dotato di un sistema laser di corto raggio contro i droni. L’arma laser, che sarà installata anche su altre tipologie di veicoli tattici dai Marines, rappresenta una valida alternativa alla tradizionale potenza delle armi da fuoco.

Raytheon ha precisato che utilizzerà per la nuova arma il proprio sistema Pwg (Planar Waveguide) che sfrutta una potenza laser minima in uscita di 25 kW e che ha la forma e le dimensioni di un righello trasparente di 30 centimetri.

In arrivo le super – batterie al grafene “made in italy”

Giulio Cesareo, presidente e CEO di Directa Plus, ha annunciato lo sviluppo, da parte della sua azienda, di un processo innovativo brevettato e approvato per la produzione industriale di grafene.

L’impresa tecnologica ha stretto di recente a tal riguardo un accordo con l’Istituto Italiano di Tecnologia(Iit), al fine di trasferire in prodotti industriali su vasta scala e a prezzi competitivi, l’innovazione, che potrebbe consentire di dare vita alle super-batterie al grafene capaci di durare il 25% in più rispetto a quelle attualmente in commercio, ricaricando molto più velocemente i veicoli elettrici.

Dental Glass, il primo progetto di ingegnerizzazione dei Google Glass applicati al settore medico/dentale

Nasce in Italia Dental Glass, il primo progetto di ingegnerizzazione dei Google Glass applicati al settore medico/dentale. Dal collaudo in anteprima del Develop Kit, all’idea finale il passo è stato breve: dare vita a una soluzione innovativa, in grado di massimizzare le potenzialità dell’occhiale tecnologico. Primo ambito di applicazione: il settore medicale e nello specifico il lavoro quotidiano dei dentisti.


A Boston gli smartphone si ricaricano stando comodamente seduti sulle panchine solari

Si stanno diffondendo per le strade di Boston le panchine ad energia solare Soofa, che sono in grado di ricaricare le batterie degli smartphone e dei tablet, mentre si sta comodamente seduti su di esse.

Le panchine solari, che sono state sviluppate dal Changing Environments, laboratorio del MIT (Massachussetts Institute of Technology), specializzato in creazioni ambientali, sono state finanziate dal programma di innovazione della Verizon e hanno la capacità di ricaricare contemporaneamente due dispositivi tecnologici.

Lipidi contro leucemie, l’arma italiana

Grassi contro le leucemie. La nuova scoperta arriva direttamente dai ricercatori dell’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano, in collaborazione con l’Università di Basilea. Lo studio, pubblicato sul Journal of Experimental Medicine, ha individuato una nuova classe di antigeni tumorali costituiti dai lipidi. Al momento, sono la chemioterapia e il trapianto di midollo osseo le terapie contro i tumori del sangue. Tuttavia, è possibile che le cellule leucemiche non rispondano alla terapia e riprendano a diffondersi. Finora si conoscevano solo antigeni tumorali di natura proteica.

Problemi di udito per 1 italiano su 5, ma solo il 9% ha la protesi acustica.

Un italiano su 5 ha problemi di udito (ipoacusia), ma sono solo in 720.000 (il 9%) a portare un apparecchio acustico. La principale motivazione del mancato acquisto è da imputare ai prezzi troppo alti: in Italia, infatti, il costo è circa il doppio rispetto alla media europea.

Nuovi Ricevitori più robusti Widex EASYWEAR

EASYWEAR è la soluzione cavetto ricevitore di qualità superiore. Grazie alle recenti innovazioni, studiate fin nei minimi dettagli, si aprono oggi per gli Audioprotesisti nuove frontiere in fatto di semplicità d’uso, affidabilità e resa estetica. I ricevitori RIC di nuova concezione sono formati da un guscio piccolo e robusto, dotato di un cavetto integrato particolarmente resistente alle sollecitazioni e all'usura e sono disponibili nelle tipologie S, M e P. EASYWEAR è la soluzione innovativa Widex che, grazie ai nuovi, piccoli auricolari su misura,consente di soddisfare le esigenze uditive di tutti i pazienti, anche di coloro che hanno un condotto uditivo particolarmente stretto.


TOP
Carrello vuoto

Questo sito usa i cookies per gestire l'autentificazione, la navigazione e per altre funzioni (statistiche, condivisione sociale, moduli di contatto, mappe).
Navigando il nostro sito accetti di salvare sul tuo dispositivo i nostri Cookies. La nostra Privacy Policy.